Con le peggiori intenzioni

Il libro piu pompato del momento attraverso il parere di alcuni blog (via Technorati).

QP: Dopo qualche episodio, lo posso dire: Desperate Housewives e di una noia mortale. Un po’ come il tanto strombazzato libro di Alessandro Piperno.

No guru, no method, no teacher: Cosa c’entra Piperno con la sartoria? Nell’articolo del Magazine si scopre che “lo scrittore abbina alla passione per Proust quella per l’eleganza di gusto british: cappotti di tweed, abiti pure, scarpe Church o simil tali, cappello Borsalino romano [qualcuno mi spieghi cosa c’entra il Borsalino con “l’eleganza di gusto british”].

Blog Discount: Ragazzotto della Roma bene, Piperno, uno che racconta storielle sul proprio analista, freudiano classico, uno che faceva equitazione fino alla spettacolare, ma provvidenziale caduta da cavallo, uno che “da giovane ha girato il mondo ma non ne aveva voglia, era una fissazione familiare”, uno che ti viene quasi voglia di affibbiargli un vigoroso pizzicotto (sul capezzolo), quando racconta, Piperno, lui che e tifoso laziale, “facinoroso, ai limiti del delinquenziale”, di essere abbonato in tribuna Monte Mario.

Vibrisse (Giulio Mozzi): Il piu grande scrittore italiano… Non e Alessandro Piperno.

Roma City Blog: Pero un minimo di perplessita sul libro di Alessandro Piperno, “Con le peggiori intenzioni”, ce l’ho. Per il battage pubblicitario, che da l’idea di un bestseller per forza. Non conosco ne lo stile, pero da quando letto e sentito, il libro mi pare la trascrizione parodica dei romanzi di Bassani. Roma, al posto di Ferrara. La fierezza della caduta invece della malinconia della decadenza.

Walking Class: Alessandro Piperno e un genio. Lo dico senza aver letto il suo romanzo, ma avendo visto la sua intervista pochi minuti fa su Otto e Mezzo.

Brodo Primordiale: Ho riposto il libro di Piperno in libreria. Magari me lo leggo tra quattro, cinque anni e ci faccio un post.

Petunias: Chiedo idealmente perdono ad Alessandro Piperno. E’ tutta colpa dei suoi disordinati, febbrili, limitati, sciocchi, paraocchiuti - in una parola: fanatici - sostenitori dianetic style. Il suo libro, la cui lettura ho interrotto anzitempo e da cui mi sono limitato a non lasciarmi infiammare, adesso me lo stanno davvero facendo odiare.

Ibs - Technorati - Quattro passi - No Guru - Blog discount - Roma City - Vibrisse - Walking Class - Brodo Primordiale - Petunias