e leggero il mio pensiero vola e va/ho quasi paura che si perda...

Questa è la strofa che in «Impressioni di settembre» della Pfm annuncia il più famoso riff mai fatto con un moog. Quest’ultimo è un curioso strumento elettronico a tastiera lanciato a fine anni ‘60, che secondo Wired starebbe tornando di moda. (Se ci fosse qualcuno più attaccato ai sound tradizionali Leibniz suggerisce il dotto post di Chettimar che spiega quante cose abbiano in comune pianoforte e organo: una, il colore dei tasti). Wired - Chettimar