L'odore della democrazia

Stavolta, per non essere accusato di fare campagna per Prodi a due giorni dalle elezioni, Enzo Biagi si e mosso subito:

Berlusconi si e dichiarato disponibile ad affrontare, beninteso con regole certe (le sue?) il match tv con Prodi. (…) Ovviamente il candidato di centrosinistra ha accettato anche il parere di quelli che, visti i sondaggi che lo danno largamente in testa, gli consigliano di fare quello che Berlusconi fece con Rutelli: lasciarlo cuocere nel suo brodo. Ma il Professore odora di democrazia e ha detto: «Ci sto».

Sono convinto che buona parte degli italiani abbia ormai deciso e sappia gia chi votare: non e una scelta politica o di ideali, e dettata dal portafoglio.

(…) So che qualcuno mi giudichera ripetitivo, ma da anni a questa parte, dopo l’estate, sono costretto a scrivere che il freddo sara molto rigido: libri scolastici che aumentano del 15%, luce del 6, gas di una percentuale non ancora definita, benzina e gasolio alle stelle renderanno piu difficile la vita agli italiani. (…) E c’e stato chi, di recente, aveva avuto una brillante idea per risolvere i nostri guai lanciando un appello: «Italiani, consumate, acquistate, ritornate a far circolare la moneta». Non specificava quale ne di chi.

Corriere della Sera