Prova ontologica?

Andrea Marcenaro:

Non è vero, il paradiso lo è, un problema. C’è, ci deve essere. O, se non il paradiso, qualcosa. Sembra umanamente impossibile immaginare che l’anima di Eugenio Scalfari, dopo aver molto vagato alla ricerca di qualcosa che non c’è, possa rinunciare a trovare il modo di rompere i coglioni scrivendo a destra e a manca: “Ve l’avevo detto, io, che non c’era”. E facendolo sapere quaggiù. E rovinandoci per sempre la sorpresa. Egli troverebbe un modo. Se per assurdo non gli riuscisse, d’altronde, di rompere i coglioni all’universo, il fatto stesso genererebbe nello spazio celeste una tale gioia, ma così infinita, ma così infinita, che un paradiso si formerebbe in quel preciso momento. Egli si farebbe passare, in quel caso, come il Bifondatore.

Il Foglio - appunti per il dopo