No, non è Beppe Grillo

Ci sta uno che crede che il comportamento dei politici derivi da alcune disfunzioni cerebrali. E quindi vuole sottoporre il cervello dei candidati presidenziali a un esamino.

Slate