In the name of the daughter

        
                

Leibniz aveva già raccontato del ristorante arabo che aveva promesso 2 mila dollari a chi avrebbe trovato un nome appropriato per il locale (furono presentate 13 mila proposte). Ora a New York si trovano cartelli che promettono ricompense purché si trovi un nome per il proprio nascituro. L* - New Yorkish

       
        

Come Sanremo (pt.1)

        
                

Ci siamo. Il Festival non è ancora cominciato e Il Messaggero già si fa il suo bel sondaggio per dire che solo pochissimi italiani lo vedranno. Il Riformista intanto fa le giuste proporzioni: se Berlusconi andasse a Sanremo andrebbe con Apicella, quindi se dovesse andarci Mario Segni non potrebbe che scegliere i Jalisse. Renis intanto viene intervistato da Cesare G. Romana sul Giornale. Il Messaggero - Il Riformista - Dagospia - Il Giornale

       
        

Caro Lawrence, Caro ...

        
                

** Caro Lawrence, Caro James
** Dialogoa distanza sull’Iraq tra Lawrence F. Kaplan e James Phillips. Un forum in progress. The New Republic

       
        

I gufi non sono prop...

        
                

** I gufi non sono proprio quello che sembrano**
E cosi David Lynch , padre di Twin Peaks e ultimamente di Mullholland Drive, espone la sua cupa visione del mondo. Ma sta anche aiutando un guru indiano a costruire un’universita della pace.
Guardian

       
        

Ci sono cose in qu...

        
                

** Ci sono cose in questo mondo che non cambieranno mai. Altre invece cambiano. **Questo per dire che dopo 10 memorabili mesi Leibniz lascia Splinder per cambiare indirizzo:

http://leibniz.blogs.it

Leibniz spera avrete la pazienza di seguirlo anche li. Comunque fino a domenica questo blog continuera a funzionare in parallelo con l’altro. Grazie.